Dove si trova

MAPPA DELLA PROVINCIA

Organizza la tua vacanza

 archeologia
 arte e cultura
 mare
 monumenti e musei
 natura
 piatti e prodotti tipici
 sport e benessere
 tradizione e religione

Mobile

Visita la versione mobile del portale ottimizzata per iPhone e Android

Twitter

Seguici anche su Twitter
Lascia un feedback per questo contenuto

TORRE SIBILIANA

 
Torre Sibiliana

La torre, attestata sin dal 1524, fece parte  del sistema costiero delle torri di avviso, destinate dal governo spagnolo a proteggere l’intera isola dalle incursioni piratesche, ma è probabile che esistesse anche prima come torre-lanterna, allo scopo di dare segnali e di avvistare i tonni che poi venivano convogliati nella tonnara che si calava nelle vicinanze. Sorge su un piccolo promontorio all’estremo confine del comune di Petrosino: vi si arriva dalla strada costiera, nella quale si innesta in senso ortogonale una stradella privata che finisce davanti alla torre stessa. Di palese stile medioevale, ha forma di parallelepipedo a pianta quadrata, priva di scarpa, basamento e riseghe. La struttura portante è in muratura a sacco con muri spessi circa 1 metro e dell’altezza di 12 metri compreso il muro di parapetto, con tre elevazioni fuori terra e copertura a volta reale. Sulla sua sommità sono visibili due caditoie, mentre nelle quattro pareti sono presenti delle feritoie strombate verso l’interno. Il none Sibiliana o Scibiliana ricorda forse la Sibilla che, secondo la tradizione aveva dimora in questo luogo e nella città di Lilibeo, oppure Scibilia Nobili, una fanciulla che rapita dai pirati  fu qui tenuta prigioniera.

Numero tappa 9

Vedi comune di appartenenza