Dove si trova

MAPPA DELLA PROVINCIA

Organizza la tua vacanza

 archeologia
 arte e cultura
 mare
 monumenti e musei
 natura
 piatti e prodotti tipici
 sport e benessere
 tradizione e religione

Mobile

Visita la versione mobile del portale ottimizzata per iPhone e Android

Twitter

Seguici anche su Twitter

Biblioteca digitale

Lascia un feedback per questo contenuto

PORTA GARIBALDI

 
Porta Garibaldi

La Porta prospetta a nord sulla Piazza Addolorata, ad est sull'atrio Mercato. Le cinquecentesche mura della città originariamente includevano quattro porte: Porta Mazara, Porticella, Porta Nuova, Porta di Mare. L'odierna Porta Garibaldi, la cui denominazione muta dopo l'ingresso di Garibaldi a Marsala l'11 maggio 1860, corrisponde alla Porta di Mare. L'attuale porta viene eretta nel 1685, anche se è probabile che una porta esistesse in quel sito fin dall'epoca normanna. La sua struttura monumentale ad una fornice, elaborazione barocca dell'arco di trionfo romano riprodotto come porta urbana, verosimilmente si spiega con la necessità di creare un'alternativa all'approdo naturale dal mare alla città, essendo stato interrato il porto nel 1521. In origine la porta era munita di un camminamento che permetteva il collegamento tra le mura entro le quali si apriva. Numerose sono le affinità con la Porta Nuova di Palermo e con la Porta Palermo di Sciacca; addirittura si pensa che l'autore di quest'ultima possa essere lo stesso della porta in oggetto, tenuto conto delle analogie nella struttura architettonica e nelle decorazioni a bugnato appiattito che rivestono le colonne. Il corpo di fabbrica che prospetta sulla Piazza Mameli è composto da quattro colonne poggiate su alti plinti, dal fornice centrale e da due nicchie vuote ai lati destinate a statue. I capitelli delle colonne, di tipo ionico, sostengono i soprassesti e la cornice; una balaustrata barocca fa da coronamento, con una grande aquila imperiale marmorea ad ali spiegate, posta al centro. La facciata interna, su via Garibaldi, ha linee semplici con l'eccezione di lunghe paraste che collegano il basamento alla balaustrata. La ghiera dell'arco monumentale, incorniciato da piatte lesene, è ornata da fauci leonine in chiave. Capitelli decorati da conchiglie sovrastano le lesene. (COD. SPI 009)

Numero tappa 1

Vedi comune di appartenenza