Dove si trova

MAPPA DELLA PROVINCIA

Organizza la tua vacanza

 archeologia
 arte e cultura
 mare
 monumenti e musei
 natura
 piatti e prodotti tipici
 sport e benessere
 tradizione e religione

Mobile

Visita la versione mobile del portale ottimizzata per iPhone e Android

Twitter

Seguici anche su Twitter
Lascia un feedback per questo contenuto

FESTA DI S. GIUSEPPE

 
Festa di San Giuseppe

Espressione di una tradizione che ogni anno si rinnova sono i simbolici altari di San Giuseppe, Santo della Provvidenza, allestiti nei giorni 18 e 19 marzo nelle case private per sciogliere un voto, la prummissioni. Ricoperti di finissime lenzuola ricamate, sono addobbati con alloro, arance, limoni, grossi pani rotondi, cucciddati, e con i tipici squartucciati, sfoglie di pasta ripiena di fichi triturati, dalle forme simboliche, modellate dalle esperte donne del paese che con certosina pazienza e straordinaria abilità creano stupefacenti intagli facendo affiorare lo strato dei fichi. Nella giornata del 18 è di rito offrire a chi visita l’altare dolci, pani e ceci: ricevendoli non si deve però mai dire grazie, in quanto il dono è dovuto dal padrone di casa all’ospite. Il giorno 19, a tre persone, un tempo tre poverelli alludenti alla Sacra Famiglia, viene offerto un pranzo dal cui ricco menù sono però banditi carne e pesce, mentre è d’obbligo un primo di spaghetti conditi con uno speciale sugo di pomodoro, arricchito di broccoli, punte di asparagi, finocchietto, il tutto spolverizzato con mollica abbrustolita. Quello che non viene consumato dai tre commensali si offre a vicini e parenti.

Vedi comune di appartenenza