Dove si trova

MAPPA DELLA PROVINCIA

Organizza la tua vacanza

 archeologia
 arte e cultura
 mare
 monumenti e musei
 natura
 piatti e prodotti tipici
 sport e benessere
 tradizione e religione

Mobile

Visita la versione mobile del portale ottimizzata per iPhone e Android

Twitter

Seguici anche su Twitter
Lascia un feedback per questo contenuto

CHIESA DI S.NICOLA

 
Chiesa di San Nicola

Sembra che la chiesa sorga sullo stesso luogo di un antico tempio dedicato a Nettuno, dove Belisario aveva già costruito nel 536 una chiesa di rito greco dedicata all’Ascensione. Nel XIV secolo la famiglia Chiaramonte restaura la chiesa, costruendovi una cappella dedicata a San Nicola, patrono di Bari.

Nel XVI secolo la chiesa diventa parrocchia, e nel 1749 Giovanni Biagio Amico ne progetta l’ampliamento, con lo sfondamento del cappellone e la costruzione delle cappelle laterali. Viene costruita inoltre la nuova cupola. A pianta longitudinale a croce latina, la chiesa è composta da tre navate, con alte finestre rettangolari al di sotto della volta a botte lunettata. Lungo le navate laterali si aprono quattro cappelle per lato con altari, coperte da volte a botte costolonate, e due ingressi, uno per parte, sotto uguali arcate. Sopra l’ingresso è la cantoria con il suo ricco organo ligneo ad intagli, opera di Raffaele La Valle. Sul lato opposto si trova un profondo coro absidato con volta a catino lunettata, e stalli lignei cui si accede mediante due rampe simmetriche in marmo ai lati. Nel coro si trova una grande tribuna in marmi policromi, opera di Antonello Gagini, collocata a ridosso dell’altare maggiore.

Nell’ampio e luminoso transetto si aprono a lato del cappellone centrale due cappelle con volta a crociera, con altari e ricche decorazioni lignee e in stucco. Proprio nel transetto sono conservati antichi reperti provenienti dalla chiesa più antica preesistente nello stesso luogo. I pavimenti sono in marmo bicromo, ad eccezione di alcune cappelle laterali, che presentano pavimenti originali in maiolica policroma. Sul prospetto principale con alto basamento in pietra tufacea a vista e paramento liscio intonacato si apre il portale su gradinata in pietra, incorniciato da un’edicola architettonica in marmo, con frontone triangolare spezzato su semicolonne con capitelli compositi e alte basi. Cinque campane sono collocate tra le merlature della torre campanaria di coronamento.

Numero tappa 11

Vedi comune di appartenenza