Dove si trova

MAPPA DELLA PROVINCIA

Organizza la tua vacanza

 archeologia
 arte e cultura
 mare
 monumenti e musei
 natura
 piatti e prodotti tipici
 sport e benessere
 tradizione e religione

Mobile

Visita la versione mobile del portale ottimizzata per iPhone e Android

Twitter

Seguici anche su Twitter
Lascia un feedback per questo contenuto

CHIESA DI SAN TOMMASO

 
  • Chiesa di San Tommaso
  • Chiesa di San Tommaso, portale
Chiesa di San Tommaso, portale

 

 

 La chiesa di S. Tommaso è ubicata sulla via omonima, e interessa il corso 6 Aprile con il suo prospetto laterale. L' impianto planimetrico ad aula e le modeste dimensioni non hanno favorito l'introduzione di elementi architettonici posteriori, garantendone in questo modo l'aspetto più antico. Infatti, miracolosamente sfuggita alle manomissioni e trasformazioni che invece hanno interessato la quasi totalità delle chiese di Alcamo tra la fine del '600 e l'inizio del '700, insieme al rudere dell'Annunziata, delle tante chiese di origine anteriore al secolo XIV oggi è la sola che ha conservato integro il suo modello trecentesco originario. Pur non essendoci documenti storici che lo attestino, sembra che la chiesa sia stata fondata nella prima metà del XIV secolo, come testimoniano gli intagli presenti sulla porta maggiore. I primi documenti sulla chiesa sono comunque del XVI secolo e interessano l'elezione dei vari beneficiali scelti dalla famiglia Marcanza, che ne aveva lo jus patronatus. Le uniche notizie relative a lavori svolti si deducono da una lista del sacerdote Vincenzo Graffeo, beneficiale dal 1612 al 1665, che annota le spese per "rifare il dammuso di S.to Masi".

Portale di San Tommaso

E’ un piccolo gioiello gotico-catalano, per l’incisivo valore architettonico dello splendido portale  strombrato, sintesi perfetta del modulo svevo ad archi acuti e del gusto chiaramontano sottolineato da intagli, trafori e minuti ornamenti;  al di sopra si apre una gustosa finestrella monofora, inserita, assieme al portale, in un breve avancorpo  delimitato  da esili e lunghe colonnine. L’interno a navata unica è suddiviso in due campate da un arco trasversale, sostenuto da due colonne addossate alle pareti. Incerta la data di costruzione, avvenuta presumibilmente nella prima metà del secolo XV.

 

Numero tappa 1

Vedi comune di appartenenza